• a proposito di Fortunato Beschi

     

    Sono Beschi Fortunato, nasco nel 1944 a Rivoltella in località Pigna, quarto di cinque figli.

    Dal 1976 inizio quasi per una scommessa con degli amici a realizzare le mie opere, riproducendo la torre di San Martino della Battaglia, nel 78 il Viadotto antecedente al secondo conflitto, poi palazzo Todeschini, il Faro del porto di Desenzano e tante altre opere. Il materiale che uso e di cui sono fatte le mie opere è il “ferro-cemento”.

    Nei miei lavori adotto una procedura unica che inizia con aggiungere man mano l’impasto materico allo scheletro del ferro, sino al completamento dell’opera; senza dimenticare di seguire bene la densità compositiva e il calore dell’ambiente. Ogni scultura poi dovrà essere seguita e bagnata ad intervalli regolari per affrancarla da crepe e segni di cedimento.

    Da qualche anno, mi sono cimentato con altri materiali come il legno e il riso, oltre a provarci con la pittura, il disegno e recentemente, con l’incisione su pietra.

  • alcune opere di Fortunato